joyenjoy

Risposte al Forum Create

Stai vedendo 6 articoli - dal 1 a 6 (di 6 totali)
  • Autore
    Articoli
  • joyenjoyjoyenjoy
    Partecipante
    Post count: 10

    [+] ebbene sì, non ci ho messo poco a scrivere il msg, ma ho preferito essere quanto più dettagliato possibile, sopratutto per aiutare tutti quelli alle prime armi. Poi qualche appunto l’avevo già preso durante la performance, peccato però che sono riuscito a fare poche foto %)
    Grazie a tutti voi per i complimenti! [-]

    joyenjoyjoyenjoy
    Partecipante
    Post count: 10

    Ciao e grazie a tutti per i complimenti! ([[=

    @fireman850 anch’io durante la progettazione/costruzione ho avuto il tuo stesso dubbio, tuttavia ho fatto qualche riflessione e quindi ho “rischiato”.
    Non ho misurato la temperatura del legno vicino al braciere, ma ho considerato che nel mio caso le parti in legno più vicine al siluro sono quelle del piano di lavoro che distano circa 2 cm dalla sezione inferiore del bullet, sopra il water-pan e all’altezza della prima griglia (quindi non in prossimità del braciere). Qui la temperatura interna di lavoro difficilmente supera i 160-170°C, mentre il legno è soggetto ad autoignizione con temperature di almeno 250-300°C …quindi dovrebbe essere scongiurato il pericolo! (.)
    Altre soluzioni che avevo ipotizzato erano di rivestire le parti in legno più vicine al bullet con materiali ignifughi (vernici, elementi autoadesivi o in pasta) solitamente utilizzati con forni e camini oppure con materiali refrattari (marmo, creta, ecc.) o, ancora, utilizzare un top per cucine laminato; alla fine, però, per contenere i costi e non appesantire troppo il carrello, ovvero per terminare finalmente il lavoro, ho lasciato perdere affidandomi alle mie intuizioni.

    Nel tuo caso, però, trattandosi di un bbq, le temperature di esercizio saranno sicuramente superiori del mio bullet (suppongo che griglierai ad almeno 250°C), quindi va ben considerata la distanza del legno dal braciere. Un discriminante potrebbe essere la scelta del legno, io per contenere i costi ho utilizzato multistrato di pioppo e abete lamellare, tu potresti scegliere legni massello più duri (hanno una carbonatazione più lenta in caso di autoignizione), oppure semplicemente aumentare la distanza del braciere dal legno o, infine, rivestire le parti a rischio.
    Ad ogni modo, mi preoccuperei ma non troppo, poiché tutto sommato il legno è abbastanza resistente al calore, soprattutto nel caso di calore irraggiato.
    Spero di esserti stato utile.

    joyenjoyjoyenjoy
    Partecipante
    Post count: 10
    in risposta a: Cube Roll (USM47) #137772

    Ciao Prof, anche se un po’ in ritardo, ti faccio i miei complimenti.
    A tal proposito, poiché a breve vorrei cimentarmi per la prima volta nella performance di preparare un cube roll intero nel mio bullet, avrei alcune info da chiederti.
    Per quanto tempo hai lasciato a marinare la carne con il rub? In particolare, come hai utilizzato la salsa? Durante la cottura oppure l’hai siringata prima nel pezzo?
    Grazie.

    joyenjoyjoyenjoy
    Partecipante
    Post count: 10

    Alla fine lo scorso marzo il ProQ Frontier ed eccoci con le mie impressioni d’uso!

    La prima prova l’ho fatta con dei tranci di salmone, ma a causa del poco tempo a disposizione è stata deludente! Sicuramente a causa mia che non ho atteso la perfetta accensione dei bricchetti nella ciminiera e li ho caricati nel cesto del Frontier ancora per metà spenti, la temperatura senza water-pan era di poco meno 100°, con l’inserimento della bacinella non è andata oltre i 70°, quindi dopo circa mezz’ora ho dovuto trasferire il salmone sul bbq a gas e completare la cottura.
    Non c’è altro da dire, la Low&Slow richiede tempo e pazienza, se mancano questi è inutile provarci!

    La seconda prova è andata un pò meglio con un bacon bomb explosion. Stavolta ho caricato circa 15 bricchetti nella ciminiera e atteso che diventassero roventi, altri 15/20 li ho messi spenti nel cesto secondo la configurazione del minion method. Senza water pan la temperatura nel bullet è salita fino a circa 130°, dopodiché si è portata a circa 110° (non male!). Tuttavia, non devo aver ben calcolato il numero di bricchetti e neanche ben configurato il minion method, perché dopo circa un’ora e mezza di cottura la temperatura al cuore della bomba non superava i 60° e la brace tendeva a perdere potenza. Oramai i commensali non potevano più aspettare, quindi anche in questo caso ho trasferito il bacon bomb sul bbq a gas e ho completato la cottura in circa mezz’ora con una “semi-indiretta” raggiungendo i 74° al cuore.

    La terza prova è stata quella decisiva: ho preparato un’arista di maiale e due pezzi di vitello ben rubbati (quelli per lo spezzatino, se non sbaglio copertina di spalla).
    Stavolta ho riempito la ciminiera quasi completamente di un mix di bricchetti e carbone di legna; dopo circa 20 minuti erano completamente roventi. Poi all’interno del cesto ho messo solo un giro di bricchetti e carbone spento, all’interno del quale ho scaricato quelli roventi. La temperatura senza water pan è salita a circa 150°, dopodiché si è portata a circa 130°. La cottura del manzo (posizionato sulla seconda griglia del bullet) è durata poco meno di 2 ore e mezza raggiungendo una temperatura al cuore di circa 64°, quella del bullet era scesa di circa 10°; l’arista ha dovuto cuocere un’altra oretta per raggiungere circa 74° al cuore.
    Il risultato è stato discreto. Il manzo era saporito, anche se poco tenero (dipende sicuramente dalla scelta della carne); l’arista era bella tenera ma leggermente stopposa perché avrebbe necessitato di qualche siringa di marinatura che non ho fatto.

    La prossima sfida sarà un brisket accompagnato da back-ribs: vi terrò informati!

    Dimenticavo, con la prima prova mi sono reso conto che bisognava creare qualcosa per rendere più comoda l’utilizzo del bullet, così per circa un mese (e circa 30 ore di lavoro) mi sono dedicato alla costruzione di un banco di supporto accessoriato che con mia soddisfazione vi presento nelle foto seguenti. Di recente ho dotato il banco di un pezzo di marmo opportunamente sagomato sul piano davanti al bullet, poiché quando caricavo i bricchetti le scintille mi bruciacchiavano il ripiano in legno, e per le notture ho aggiunto due luci a led (a batterie e accensione automatica) all’interno dei 2 vani porta-accessori e di una lampada a led a batterie su un’asta di legno a circa 40 cm dal piano. Totale costo (senza la mia manodopera) circa 230 euro: quasi una pazzia rispetto al costo del bullet

    joyenjoyjoyenjoy
    Partecipante
    Post count: 10

    Mi sono preso altro tempo per fare ulteriori ricerche, mi sa’ che prenderò un bullet, forse proprio un Excel 20.
    Come mi hai fatto notare, un barrel con offset che sia discretamente performante, quindi una via di mezzo tra un COS e un EOS, ha tutt’altro costo rispetto al budget che avevo preventivato. Se prendessi un CG o simili, finirei per utilizzarlo pochissimo, poiché in diretta-veloce preferirei comunque il gas, mentre per le poche L&S che farei, avrei difficoltà nell’assetto nonché consumi elevati di combustibile.
    Tuttavia un bullet potrebbe darmi qualche soddisfazione in più nelle L&S e contemporaneamente mi terrebbe libero il bbq a gas per le altre preparazioni; poi un giorno, con la speranza di aver più tempo da dedicarci, semmai valuterò l’acquisto di un prodotto da pit master ([[= tipo un Lang smoker o simili.

    Infine, avrei un’altra informazione da chiedere relativa all’acquisto del ProQ, nel forum ho letto di sconti applicati agli iscritti dal “buon Guido“, si tratta di bbq-scout? Esiste una procedura per accedere allo sconto oppure basta scrivergli? Grazie mille.

    joyenjoyjoyenjoy
    Partecipante
    Post count: 10

    Ciao Jk e grazie per l’interessamento.
    Sono pienamente d’accordo con te sulle considerazioni tecniche e fisiche a vantaggio di un bullet rispetto ad un offset; quella di Fadax è sicuramente una macchina di tutto rispetto – considerato anche il prezzo – grazie allo spessore risentirà meno della differenza di temperatura nella camera di cottura ma, vista la mia bassa frequenza di cotture indirette, il costo non sarebbe giustificato. Come scrivevo, a causa del poco tempo disponibile, faccio prevalentemente delle cotture dirette ed è in queste condizioni che spesso rilevo problemi di spazio, quindi l’offset aveva il doppio scopo di recuperare spazio per le dirette e contare su indirette più affidabili e affumicature più spinte.
    Tuttavia credo che aumentando il budget, la soluzione possa essere l’acquisto di un bullet tipo il ProQ Frontier (non ho trovato griglie in ghisa da D40 cm) più un kettle che possa essermi d’aiuto per i problemi di spazio.
    Che ne pensi?

Stai vedendo 6 articoli - dal 1 a 6 (di 6 totali)