Secondo tentativo: Arista . 2011-04-17T19:36:17+00:00
Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)
  • Autore
    Articoli
  • SuperGeo
    Partecipante
    Post count: 55
    #61965 |

    Dunque, siccome ci sto prendendo gusto, sabato mattina vado al market con tutta la lista occorrente per poter fare una bella arista al bbq.

    In sintesi gli ingredienti:
    Arista di suino italiano di ca. 1,6 kg
    Marinata per ca. 24 ore in:
    Olio evo
    Succo di sei arance washington
    Un terzo di tazzina di caffe di cognac
    Una lattina di birra da 50 cc (Becks)
    Spezie varie e salse varie (vedi sotto)
    Lardo affettato.

    Con macinino ho tritato: salvia, timo, rosmarino (prevalenti come quantità), pepe nero rosa e bianco, ginepro, coriandolo, cumino, alloro, santoreggia e origano, l’ho versata nel bicchiere del minipimer, ho aggiunto ca. 100 cc di olio, qualche goccia di salsa di soia e salsa worcester, il cognac, ho emulsionato il tutto e poi ho aggiunto la birra, sempre col minipimer in azione; a parte ho spremuto sei arance. -.

    Ho messo l’arista nel sacchetto gelo con la marinatura cosi costituita aggiungendo il succo delle arance; la ripongo nel frigo per ca. 24 ore. L’indomani mattina la levo dalla marinatura (il profumo è meraviglioso!), inizio le punture di brodo caldo (knorr granulare) mezzo misurino in una mug, con poche gocce di salsa soia e worcester, l’avvolgo nel lardo, stecco tutto e poi arrotolo l’arista nella rete per arrosti. 😉

    Preparo il bbq e una volta stabilizzata la temp. intorno ai 180 gradi, lo posiziono sulla griglia (ovviamente le braci sono sulle semilune e in mezzo la solita teglia piena d’acqua e stavolta anche di rosmarino). )(/

    Dopo circa 2 ore di cottura (il termometro segnava ca. 75 gradi all’interno), la tolgo e la faccio riposare ca. 15 minuti. La carne era molto tenera, succosa, saporita, ad un primo impatto sembrava che la marinatura fosse stata troppo pervasiva ]: ma in realtà dopo pochi secondi, il tutto spariva per lasciar spazio ad un gusto molto molto equilibrato. /vic

    Io non ho detto niente ma i miei commensali (mia moglie e i bimbi) mi hanno votato un bel 9! :mrgreen:

    Per un problema teNNico niente foto. Mannaggia. *@[]

    Dimenticavo il vino: abbiamo sorseggiato (in realtà solo io) un bel Syrah siciliano, di buon corpo, con la giusta dose di tannini per ripulire le papille dall’unto della carne, e con retrogusto di frutti di bosco, che ci stan sempre bene… :mrgreen:

    GallixGallix
    Partecipante
    Post count: 2781

    molto bene, il fascino dell’indiretta ha colpito ancora. Un consiglio che ti do è quello di abbassare ulteriormente la temperatura di esercizio: portati su 140-150° max e il risultato sarà ancora migliore.
    altra cosa: qaundo prepari la marinatura e fai l’emulsione ricordati di aggiungere un emulsionante che ti eviti la separazione tra parte acida e grassa che altrimenti in 24 ore avviene di sicuro.
    Ricordate poi che quando andate su marinature particolarmetne lunghe è opportuna l’aggiunta di acido ascorbico anche se, mantenuta in frigo, non ci sono particoalari rischi.
    bravo e avanti così

    giandogiando
    Partecipante
    Post count: 161

    Bella! Mi sa che te la copio…. il succo d’arancia con l’arista mi pare un ottima accoppiata. Peccato manchino le foto…
    Interessante il discorso dell’emulsionante, sicuramente sarà già stato discusso, vado a cercare.
    Ciau

    SuperGeo
    Partecipante
    Post count: 55

    Grazie di tutti i suggerimenti Gallix.

    Per quanto riguarda l’emulsionante, non ne ho mai avuto necessità (questa marinatura la uso da diverso tempo); ad esempio, col maialetto sardo arrivo anche a 36 ore ma non ho mai avuto il minimo accenno alla separazione.
    Forse dipende dal fatto che unisco l’olio con la birra direttamente nel bicchierone del minipimer emulsionando benissimo. Il succo d’arancia lo aggiungo solo in un secondo momento direttamente nel sacchetto gelo.

Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)
  • Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.