Piano di lavoro carrellato per bullet smoker 2015-07-03T16:00:50+00:00

Home Page Forum Generale Produttori grill, strumenti e accessori. Piano di lavoro carrellato per bullet smoker

Stai vedendo 5 articoli - dal 1 a 5 (di 5 totali)
  • Autore
    Articoli
  • joyenjoyjoyenjoy
    Partecipante
    Post count: 10
    #67260 |

    Salve a tutti, ho già parlato di questo argomento in un mio precedente post http://forum.bbq4all.it/viewtopic.php?t=10670, tuttavia ho pensato meglio di aprirne uno apposito per allargare il campo ai commenti e alla ricerca di progetti simili.

    Dopo un'ardua / riflessione, lo scorso marzo ho finalmente preso un ProQ Frontier; delle prime prove e impressioni ho già parlato nel post di cui sopra.
    Durante l'utilizzo del mezzo, mi sono reso conto che dovevo ingegnarmi per creare qualcosa che rendesse più comodo l'impiego del siluro, così per un pò di tempo mi sono dedicato alla costruzione di un banco di supporto accessoriato che con mia soddisfazione vi presento nelle foto seguenti.
    Di recente ho dotato il banco di un piccolo top di marmo opportunamente sagomato e posizionato esclusivamente davanti al bullet in corrispondenza della prima porta, poiché quando caricavo il carbone ardente le scintille che volavano via dalla ciminiera mi bruciacchiavano il ripiano in legno, inoltre per le notturne ho aggiunto due luci a led (a batterie e accensione automatica) all'interno delle 2 ante porta-accessori e una lampada a led a batterie posizionata su un'asta di legno telescopica che sale fino a circa 40 cm dal livello del piano. Totale costo (senza la mia manodopera) circa 230 euro: quasi una pazzia rispetto al costo del bullet *@[]

    Attendo le vostre impressioni, commenti e suggerimenti. Ciao.

    Ganci laterali porta-utensili

    Cestelli posteriori per refrigerare le bevande

    Porta-calici laterali

    Cassetto-cestello anteriore raccogli sfridi

    Piano 120x60 con ripiano laterale ribaltabile 40x60; due basi con ante

    BreddyBreddy
    Partecipante
    Post count: 165

    Proprio un bel lavoro, complimenti.

    Fireman850Fireman850
    Partecipante
    Post count: 24

    Mi complimento anch’io! Vorrei fare un lavoro simile per il mio ot57, ma il mio dubbio è che per irraggiamento possa prendere fuoco il legno.. te hai avuto modo di misurare la temperatura del legno vicino al Braciere? Quanto hai lasciato di spazio tra l’acciaio e il Legno?

    Stacco
    Partecipante
    Post count: 38

    Mamma mia che spettacolo… Io ho fatto qualcosa di simile utilizzando i pallet, però il risultato finale esteticamente non è granché… E ho notato che mi manca il porta birra…
    [SMILING FACE WITH OPEN MOUTH AND SMILING EYES]

    joyenjoyjoyenjoy
    Partecipante
    Post count: 10

    Ciao e grazie a tutti per i complimenti! ([[=

    @fireman850 anch’io durante la progettazione/costruzione ho avuto il tuo stesso dubbio, tuttavia ho fatto qualche riflessione e quindi ho “rischiato”.
    Non ho misurato la temperatura del legno vicino al braciere, ma ho considerato che nel mio caso le parti in legno più vicine al siluro sono quelle del piano di lavoro che distano circa 2 cm dalla sezione inferiore del bullet, sopra il water-pan e all’altezza della prima griglia (quindi non in prossimità del braciere). Qui la temperatura interna di lavoro difficilmente supera i 160-170°C, mentre il legno è soggetto ad autoignizione con temperature di almeno 250-300°C …quindi dovrebbe essere scongiurato il pericolo! (.)
    Altre soluzioni che avevo ipotizzato erano di rivestire le parti in legno più vicine al bullet con materiali ignifughi (vernici, elementi autoadesivi o in pasta) solitamente utilizzati con forni e camini oppure con materiali refrattari (marmo, creta, ecc.) o, ancora, utilizzare un top per cucine laminato; alla fine, però, per contenere i costi e non appesantire troppo il carrello, ovvero per terminare finalmente il lavoro, ho lasciato perdere affidandomi alle mie intuizioni.

    Nel tuo caso, però, trattandosi di un bbq, le temperature di esercizio saranno sicuramente superiori del mio bullet (suppongo che griglierai ad almeno 250°C), quindi va ben considerata la distanza del legno dal braciere. Un discriminante potrebbe essere la scelta del legno, io per contenere i costi ho utilizzato multistrato di pioppo e abete lamellare, tu potresti scegliere legni massello più duri (hanno una carbonatazione più lenta in caso di autoignizione), oppure semplicemente aumentare la distanza del braciere dal legno o, infine, rivestire le parti a rischio.
    Ad ogni modo, mi preoccuperei ma non troppo, poiché tutto sommato il legno è abbastanza resistente al calore, soprattutto nel caso di calore irraggiato.
    Spero di esserti stato utile.

Stai vedendo 5 articoli - dal 1 a 5 (di 5 totali)
  • Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.