IL PEPERONCINO 2007-02-16T13:40:07+00:00

Home Page Forum Generale Non solo barbecue IL PEPERONCINO

Stai vedendo 7 articoli - dal 16 a 22 (di 22 totali)
  • Autore
    Articoli
  • Maciobz
    Partecipante
    Post count: 2455

    @Serial344 wrote:

    Reverendo…nel suo giardino arriveranno 4 piantine non due…. 😉
    Ho ancora qualche pianta da poter regalare ma dovete accollarvi le spese del corriere…
    Piu o meno ho le stesse del virgi (qualcosa in meno).
    Ad ogni modo, penso che tra me e Virgi, per quest’anno avremo peperoncini per tutti.
    L’anno prossimo avvieremo una coltivazione di massa, magari sbambiando qualche dritta con Riccardo direttamente sul suo forum.
    Macio non preoccuparti, ti darò tutti i peperoncini che vuoi, siano freschi, congelati, affumicati, secchi, in polvere e in salsa…
    Trank 😉

    Grazie vecio sono contento.
    Per il momento ho acquistato 6 piantine di bacio di satana e 6 di cayenna…vedremo che frutti daranno.

    grazie a tutti.

    Anonimo
    Post count: 0

    @Serial344 wrote:

    Reverendo…nel suo giardino arriveranno 4 piantine non due…. 😉
    Ho ancora qualche pianta da poter regalare ma dovete accollarvi le spese del corriere…
    Piu o meno ho le stesse del virgi (qualcosa in meno).
    Ad ogni modo, penso che tra me e Virgi, per quest’anno avremo peperoncini per tutti.
    L’anno prossimo avvieremo una coltivazione di massa, magari sbambiando qualche dritta con Riccardo direttamente sul suo forum.
    Macio non preoccuparti, ti darò tutti i peperoncini che vuoi, siano freschi, congelati, affumicati, secchi, in polvere e in salsa…
    Trank 😉

    bhè la maggior parte sono proprio quelli che mi hai dato tu… speriamo vengano su bene!

    Anonimo
    Post count: 0

    @Serial344 wrote:

    Reverendo…nel suo giardino arriveranno 4 piantine non due…. 😉
    Ho ancora qualche pianta da poter regalare ma dovete accollarvi le spese del corriere…
    Piu o meno ho le stesse del virgi (qualcosa in meno).
    Ad ogni modo, penso che tra me e Virgi, per quest’anno avremo peperoncini per tutti.
    L’anno prossimo avvieremo una coltivazione di massa, magari sbambiando qualche dritta con Riccardo direttamente sul suo forum.
    Macio non preoccuparti, ti darò tutti i peperoncini che vuoi, siano freschi, congelati, affumicati, secchi, in polvere e in salsa…
    Trank 😉

    Grazie fratello…non vedo l’ora di metterle nel mio convento. L’anno prossimo ci cimenteremo con le coltivazioni marchiate BBQ4ALL…..intanto mi ricavo uno spazio e mi preparo ad accoglierle…. 😀

    MBT
    Partecipante
    Post count: 344

    rispolvero questo vecchio thread, visto che mi piace un tocco di piccante sulla carne
    dalle mie “scampagnate” texane ho portato come esperienza (e anche come souvenir) alcuni prodotti di questa azienda
    http://www.elyucateco.com/

    cosa dire? Sono salse, preparazioni industriali. Il peperoncino, specie in Texas, si trova in tuti i supermercati. Sia in qualità Habanero che Jalapeno, ma è sempre un problema trasportarli
    QUeste salse a mio parere sono un ottimo compromesso. Vari gradi di “potenza”, ma con un ottimo sapore e non solo piccantezza.
    Semplicemente fantastiche sulla carne

    claudio goreclaudio gore
    Partecipante
    Post count: 815

    @VIRGI wrote:

    Scala di Scoville

    La Scala di Scoville (o più brevemente Scala Scoville) è una scala di misura della piccantezza di un peperoncino. Questi frutti del genere Capsicum contengono alcune sostanze, dette capsaicinoidi, di cui la più abbondante è la capsaicina, un composto chimico che stimola le terminazioni nervose dei recettori della lingua e ciò provoca la sensazione di “bruciore” . Il numero di unità di Scoville che indica l’appartenenza alla scala (SHU) (Scoville Heat Units) indica la quantità di capsaicina equivalente contenuta. Molte salse piccanti in uso in sia in America del nord che del sud indicano la loro piccantezza in unità di Scoville.

    La scala di Scoville prende il nome dal suo ideatore, Wilbur Scoville che sviluppò il SOT (Scoville Organoleptic Test) nel 1912. Questo test originariamente prevedeva che una soluzione dell’estratto del peperoncino venisse diluita in acqua e zucchero finché il “bruciore” non fosse più percettibile ad un insieme di assaggiatori (generalmente 5); il grado di diluizione, posto pari a 16.000.000 per la capsaicina pura, dava il valore di piccantezza in unità di Scoville. Il valore 16.000.000 per la capsaicina fu posto arbitrariamente da Scoville. Quindi un peperone dolce, che non contiene capsaicina, ha un valore 0 sulla scala Scoville, a significare che l’estratto di peperone non è piccante anche se non diluito. Al contrario uno dei peperoncini più piccanti, l’Habanero, fa misurare un valore superirore a 300.000 sulla scala Scoville: posto 16.000.000 la capsaicina pura, significa che l’estratto di Habanero ha un contenuto di capsaicina equivalente di 300000/16000000=1,875% in peso.

    Il record , registrato nel Guinness dei Primati, è di 577.000 per un Habanero della varietà Savina Rosso, ossia il 3,6% in peso . Come sempre, va ricordato che essendo prodotti naturali e non industriali, non tutti i peperoncini Habanero Savina Rosso hanno questo stesso valore: è semplicemente il massimo valore registrato e ufficialmente riconosciuto.
    Oltre alla cultivar Capsicum chinense, cui appartengono Habanero e Scotch Bonnet, anche altre sono in lizza per il riconoscimento ufficiale come varietà più piccante: il Naga Jolokia o Bih Jolokia indiano (Capsicum chinense), il Naga Dorset ed il Thai verde.

    16 unità di Scoville sono equivalenti a una parte di capsaicina per milione.

    IL SOT soffre di una grande debolezza, in quanto dipende dalla soggettività umana.
    Successivamente sono stati sviluppati altri tipi di test, molto più sofisticati, come il test HPLC (High performance liquid chromatography) che misura direttamente la quantità di capsaicinoidi invece che affidarsi alla sensibilità dell’uomo.
    La capsaicina pura è una sostanza tossica, e se assunta direttamente provoca la morte per arresto respiratorio, tuttavia la quantità necessaria per ingestione a causare la morte di una persona di 70 Kg è di 13 g, equivalente ad un paio di cucchiai!

    Classifica della piccantezza di alcuni peperoncini sulla scala Scoville.

    I valori sulla scala Scoville possono variare sensibilmente per almeno tre ragioni:
    Variano all’interno della stessa specie, anche di un fattore 10 o più, a seconda della semenza, del clima e del suolo.
    Le vere “Unità di Scoville” erano il risultato di un test organolettico, che dipende dalla sensibilità umana e varia anche del ±50%.
    Il test HPLC non misura direttamente le unità di Scoville, ma le “unità di piccantezza ASTA”. Queste sono poi convertite in unità Scoville, ma dato che la piccantezza assoluta dei capsaicinoidi ha un errore di circa il 20%, anche la conversione ne risente. L’HPLC stesso ha un errore di circa il 12%.

    Vi ricordate Homer Simpson e la sua esperienza psichedelica dopo aver ingerito un peperoncino del guatemala? Se uno si mangia il primo in classifica di questa lista fa la stessa fine!

    Gradazione Scoville Tipo di peperoncino
    16,000,000 capsaicina pura, diidrocapsaicina
    9,100,000 Nordiidrocapsaicina
    8,600,000 Omodiidrocapsaicina e omocapsaicina

    5,300,000 spray al peperoncino della polizia
    2,000,000 spray al peperoncino comune

    350,000 – 1,000,000 Naga Morich, Dorset Naga
    350,000 – 580,000 Habanero Red Savina
    100,000 – 350,000 Habanero
    100,000 – 325,000 Scotch bonnet
    100,000 – 225,000 African birdseye (noto anche come “piripiri”, “pilipili”, “African Devil”)
    100,000 – 200,000 Jamaican hot
    100,000 – 125,000 Cayenna della Carolina
    95,000 – 110,000 Bahamian
    85,000 – 115,000 Tabiche
    50,000 – 100,000 Chiltepin
    50,000 – 100,000 Rocoto
    40,000 – 58,000 Pequin
    40,000 – 50,000 Super chile
    40,000 – 50,000 Santaka
    30,000 – 50,000 Cayenna
    30,000 – 50,000 Tabasco
    15,000 – 30,000 de Arbol
    12,000 – 30,000 Manzano, Ají
    5,000 – 23,000 Serrano
    5,000 – 10,000 Hot wax
    5,000 – 10,000 Chipotle
    2,500 Р8,000 Jalape̱o
    2,500 – 8,000 Santaka
    2,500 – 5,000 Guajilla
    1,500 – 2,500 Rocotilla
    1,000 – 2,000 Pasilla
    1,000 – 2,000 Ancho
    1,000 – 2,000 Poblano
    700 – 1,000 Coronado
    500 – 2,500 Anaheim
    500 – 1,000 New Mexico
    500 – 700 Santa Fe Grande
    100 – 500 Peperone
    100 – 500 Pimento
    0 Sweet bell

    Valori senza conferma ufficiale

    855,000 Naga Jolokia
    560,000 – 890,000 Thai Green Chilies

    PERFETTO!!!!!!!!!!!!!!!!
    aggiungerei solo qualche pepper nella scala giusto come aggiornamento…tipo:
    moruga blend (2,009,231)
    Trinidad Scorpion Butch Taylor (1,463,700)
    trinidad Scorpion cultivars (1,250,000 to 1,350,000)
    Chocolate 7-pod and Infinity Chilli (1,200,000 to 1,250,000)
    7-pod varieties; Barrackpore, primo, yellow, red (1,100,000 to 1,200,000)
    The Nagas; Bhut Jolokia, Bih Jolokia, Naga Jolokia, Dorset Naga, Naga Morich (900,000 to 1,100,000)
    anche se non si sa bene se collocare il 7/pod chocolate aka trinidad douglah li dove l’ho messo io o tra il trinidad butch tylor e il moruga blend…cmq sono ASSASSINI!!!!
    TUTTI QUANTI!!!!!

    Giulian
    Partecipante
    Post count: 8

    Buona sera a tutti,
    Volevo chiedere la vostra illustre opinione in merito a dei dubbi che ho sul coltivare o meno alcuni tipi di peperoncino.
    Volevo chiedervi vale la pena coltivare quei peperoncini extra piccanti come naga morich Bhut Jolokia e via discorrendo per poi consumarli nelle pietanze?cioe quello che mi chiedo usandoli si riesce a mangiare senza dover piangere o bruciarsi la bocca?
    Spero possiate rispondere alla mia domanda intanto ringrazio e cordialmente saluto

    Vito RifinoVito Rifino
    Partecipante
    Post count: 127

    @giulian wrote:

    Buona sera a tutti,
    Volevo chiedere la vostra illustre opinione in merito a dei dubbi che ho sul coltivare o meno alcuni tipi di peperoncino.
    Volevo chiedervi vale la pena coltivare quei peperoncini extra piccanti come naga morich Bhut Jolokia e via discorrendo per poi consumarli nelle pietanze?cioe quello che mi chiedo usandoli si riesce a mangiare senza dover piangere o bruciarsi la bocca?
    Spero possiate rispondere alla mia domanda intanto ringrazio e cordialmente saluto

    La sensibilità alla piccantezza è soggettiva e dipende dal grado di assuefazione che si ha: in parole povere se sei “allenato” alle piccantezze estreme le pietanze risulteranno mangiabili, altrimenti no.

Stai vedendo 7 articoli - dal 16 a 22 (di 22 totali)
  • Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.