FIORENTINA ALLA BRACE 2007-02-23T20:20:14+00:00
Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 31 totali)
  • Autore
    Articoli
  • Maciobz
    Partecipante
    Post count: 2455
    #58188 |

    Finalmente fiorentina…23.02.2007

    cari grillers..fiorentina e basta.

    Braci belle ardenti…

    Potenza e basta…

    Achtung..der feuere…

    Poi guardate il taglio dell’essere per antonomasia il filettocontrofiletto….

    non ci sono parole….questa e’ “LA SIGNORA”…..

    guardate lo spettacolo….

    Questo e’ lo spettacolo ITALIANO…..
    Vino eccezzionaleeee……

    Si ma avete visto che filetto….

    che carne..

    Maciobz vi augura buon appetito…e vi ringrazia per l’attenzione…

    MI DIMENTICAVO….1395 gr….e questa volta mia moglie ne ha avuto abbastanza…..

    grazie a tutti…siete i mie fratelli…

    maciobz

    La carne piu’ burro del mondo o il burro piu’ carne del mondo…?????

    chi lo sa’ provare…

    Per accompagnare una carne seria ci vuole un vino serio il meglio che c’è…

    Ho voluto aggiungere ancora questa foto..guardate che cottura che colore e le righe della griglia???’

    Mahh fantastico..

    Anonimo
    Post count: 0

    Non ci sono parole vecio….
    Assolutemente Fiorentina. E certamente molto fresca, ha un colore fantastico.
    Che bisteccone che tei sei magnato!!

    Anonimo
    Post count: 0

    Fratello Macio è questo che vogliamo vedere in BBQ4ALL……
    Il Reverendo resta stupito di tanta grazia, non oso immagginare cosa ci farai vedere durante la bella stagione…..
    Fratello, non aggiungo altro, le foto si commentano da sole…..non posso far altro he benedire le tue ricette 😀

    P.S. L’idea del metro è ottima, rende l’idea del mostro che hai grigliato 😯

    AlepinoAlepino
    Partecipante
    Post count: 487

    Fratello Macio,
    FAVOLOSA

    Non ci sono altre parole per descrivere quello che hai creato.

    Anonimo
    Post count: 0

    Piu la guardo è pi dico che è perfetta.
    Perfetta la bistecca!
    Perfetto il taglio!
    Perfetto lo spessore!
    e soprattutto….
    Perfetta la cottura!
    Macio sei un campione!
    W LA FIORENTINAAAAAA!

    Anonimo
    Post count: 0

    Bellissima, cottura perfetta! complimenti Macio
    Ottimo anche il vino, Bravo!

    Maciobz
    Partecipante
    Post count: 2455

    Io Vi rispondo, W IL BBQ,WW I MIEI FRATELLI,E W IL SITO….

    Siamo Grandi……

    BUONA DOMENICA A TUTTI.

    Anonimo
    Post count: 0

    Caro el me vecio…intanto porta i miei complimenti al macellaio…
    ti ha dato un pezzo che pare una scultura rinascimentale ! 😉
    E poi il mio plauso per la “stazza” del pezzo e per la cottura eccezionale.
    Mi permetto solo un mio parere del tutto personale sul vino: visto che era
    una fiorentina…”geograficamente”,io avrei messo un bel Chianti,ma anche il nero d’Avola si
    batte benissimo con la tipologia di ricetta.
    Ti rinnovo le mie congratulazioni 😀 😉

    Anonimo
    Post count: 0

    @Carlo68 wrote:

    Caro el me vecio…intanto porta i miei complimenti al macellaio…
    ti ha dato un pezzo che pare una scultura rinascimentale ! 😉
    E poi il mio plauso per la “stazza” del pezzo e per la cottura eccezionale.
    Mi permetto solo un mio parere del tutto personale sul vino: visto che era
    una fiorentina…”geograficamente”,io avrei messo un bel Chianti,ma anche il nero d’Avola si
    batte benissimo con la tipologia di ricetta.
    Ti rinnovo le mie congratulazioni 😀 😉

    Straquoto con carlo..
    Anche se personalmente ritengo che il nero d’avola ci fa la sua porca figura!!

    Anonimo
    Post count: 0

    Serial,il bello è che quel benedetto pezzo di carne,sembra che venga fuori
    da un blocco di marmo…ma avete visto colore,consistenza,stazza…?!
    Macio…domandina:era Chianina o razza pezzata del Nord ?
    E poi…il vino si fa sempre in tempo a cambiare,ma se la carne è valida…chi
    la cambia più ?! 😆 😉

    Maciobz
    Partecipante
    Post count: 2455

    Allora cari frat…
    Il pezzo di carne lo ha tagliato al momento e come lo volevo io,dello spessore che volevo io, e nel possibile me lo ha sgrassato…..
    La razza,questa volta e’ la scevrolet…francese..non so come si scrive e come si pronuncia…ma e’ quella bianca francese..poi ha la grigia alpina..la limusin….bohhoooo..non so se esiste e un’altra che non oso pronunciare…..

    Comunque vi garantisco sono vacche allevate qui in montagna e macellate dal macellaio…..che me le vende….
    Prezzo 16,50€ al Kg….secondo me’ e’ onesto il prezzo….da voi quanto le fanno???

    Poi vi garantisco e’ un burro al taglio…il sapore fantastico e la cottura che gli ho fatto eccezzionale…la legna che ho utilizzato per la brace e’ bastata per dare il sapore e profumo ecccccezzzionaliiiiii…non serviva nianche salarla la carne….

    Poi avete visto il filetto che colore…pensate un po’ al profumo…

    E questo…

    Visto…fantastico..il sapore della brace c’era tutto..una roba a dir poco eccezzionale..veramente.
    l’aroma del legno si sentiva ad ogni boccone..ma era un’aroma soft non invadente e piacevole in tutti i sensi…

    Comuque tra un po’ arriva il bis….

    ciao

    Anonimo
    Post count: 0

    @Carlo68 wrote:

    Serial,il bello è che quel benedetto pezzo di carne,sembra che venga fuori
    da un blocco di marmo…ma avete visto colore,consistenza,stazza…?!
    Macio…domandina:era Chianina o razza pezzata del Nord ?
    E poi…il vino si fa sempre in tempo a cambiare,ma se la carne è valida…chi
    la cambia più ?! 😆 😉

    QUOTISSIMO!!
    La fiorentina di Riace.
    Sarebbe da libro di cucina. Di al tuo macellaio che è un mito.

    E’ troppo bella….mi fa sbavare quella fiorentina!

    Anonimo
    Post count: 0

    Fratelli Macio e Serial voi che siete tra i mentori di BBQ4ALL credo che alla confraternità dobbiate fare un regalo…..cioè postare nel forum della carne qualcosa sul taglio “fiorentina” e magari la descrizione della razza canina, anche come tributo a questa scultura del fratello Macio….
    Il Reverendo si augura di trovare questo regalo tra i post….questo è un argomento sacro quindi va postato da dicepoli di indubbia fede….

    Un abbraccio….Il Reverendo.

    Anonimo
    Post count: 0

    Queste informazioni le avevo già postate su un altro sito ma essendone il papà, mi sento autorizzato a copiare e incollare. Lo studio è stato certamente fatto a priori e non è un copia incolla “solito”…
    La “Signora”(Fiorentina) deve essere prelevata dalla LOMBATA di VITELLONE possibilmente di razza CHIANINA o maremmana(ma non necessariamente), abbattuto in un’età compresa tra i 12 e i 18 mesi. Nel taglio DEVE NECESSARIAMENTE ESSERE INCLUSO il filetto e il controfiletto separati dal classico osso a forma di “T”.
    La carne deve essere frollata per almeno 20 giorni in modo da poter risultare “teneramente succulenta”.
    Lo spessore della “Signora” NON DEVE essere inferiore ai 5 cm. Secondo autorevoli macellai fiorentini, la bistecca deve essere “alta 4 dita” e cioè dai 6 agli 8 cm e DEVE rimanere in piedi sull’osso da sola.
    Non può pesare meno di 1Kg.

    Preparazione, cottura, salatura.

    La “Signora” NON deve permanere in alcun tipo di marinatura o mix di spezie, deve essere posta sulle braci dopo almeno 10 ore di permanenza a temperatura ambiente. Le braci ideali per la cottura sono quelle leccio o di quercia per consentirne la giusta aromatizzazione.
    La cottura va iniziata con la griglia il piu vicina possibile alle braci in modo da cauterizzare velocemente la superfice al fine di evitare la fuoriuscita dei liquidi. In buona sostanza: Cuocerla vicinissima alle braci per il primo minuto in modo da far formare “una crosticina” che impedisce la dispersione dei succhi e poi alzarla dalle braci ad una altezza pari ad una lattina di birra.
    I tempi di cottura variano in base a tantissimi fattori: Spessore della carne, razza ed età del bovino, periodo di frollatura, temperatura delle braci. Volendo dare dei tempi orientativi possiamo determinare i seguenti:
    5 Minuti per lato e 15 minuti sull’osso.
    La “Signora” va girata UNA SOLA VOLTA e SENZA FORCHETTONE o forchettine. Usare una spatola per girarla o delle pinze da barbecue ma ponendo la massima attenzione nel movimento per non bucare la carne.
    LA CARNE NON VA GIRATA E RIGIRATA.
    5 MINUTI PER PARTE E 15 SULL’OSSO. STOP!
    Variare i tempi indicati per ottenere: superfice cauterizzata (crosticina), una cottura della carne per 4 millimetri sotto la superfice, l’interno deve risultare crudo ma compatto e non deve perdere succhi durante il taglio, (se lo fa è segno di un animale sottoposto a rigonfiamento artificiale) ed ultima ma non ultima, l’interno NON deve risultare freddo. Quest’ultimo problema viene proprio ovviato mediante la cottura sull’osso.
    La stragrande maggioranza dei toscani usa il sale sul lato cotto dopo averla girata durante la permanenza sul grill. Ai puristi piace usare un po di sale grosso solo dopo che la bistecca è stata posta nel piatto. Una buona carne non ha bisogno di ulteriori condimenti ma possiamo sentirci “autorizzati” ad usare un goccio di olio extravergine Toscano da un milione di euro al litro, una buona manciata di pepe nero pestato nel mortaio al momento o qualche goccia di limone(io non lo metterei mai!! purtroppo è una barbara usanza diffusa).
    La “Signora” si accompagna rigorosamente con vini toscani in base alle proprie disponibilità. Il Chianti è l’abbinamento classico ma si sposa benissimo con Rosso di Montalcino, Sassicaia e Brunello di Montalcino. Se potete permettervelo consiglio una bottiglia di Brunello di Montalcino di Biondi Santi, annata 1998. Se siete fortunati potete trovarla a qualcosa come 400€ a bottiglia. Il modo migliore per onorare la bentrovata Bistecca alla Fiorentina.

    Riassumiamo il decalogo della fiorentina:

    1 Taglio di lombata di vitellone di razza chianina (non necessariamente) con filetto e contro filetto, osso a T, spessa 4 dita (dai 5 agli 8 cm) con almeno 1kg di peso.
    2 Frollata da almeno 20 giorni
    3 Deve rimanere in piedi sull’osso da sola
    4 Non va marinata o speziata o salata prima della cottura
    5 Va tirata fuori dal frigo 10 ore prima di cuocerla
    6 Utilizzare braci di leccio o faccio
    7 Cuocere 5 minuti per lato e 15 minuti sull’osso.
    8 Cottura a “vivo” fino alla formazione di una leggera crosta e ad una altezza pari ad una lattina di birra per il tempo rimanente.
    9 Sale grosso a fine cottura
    10 Servire senza nessun altro condimento per gli appassionati. Olio e pepe a piacere per tutti gli altri.

    La fiorentina non può essere diversa da questa:

    Una volta cotta l’interno non può essere diverso da questo:

    Per la descrizione della chianina, prometto di fare uno studio approfondito che verrà postato nella sezione dei tagli di carne.
    Spero che almeno una parte delle sue curiosità sia soddisfatta padre…. 😉
    UN 10 E LODE ALLA BISTECCONA DEL SIG. MACIO. UNA MERAVIGLIA! BRAVO, BRAVO, BRA-VO!

    Maciobz
    Partecipante
    Post count: 2455

    @Serial344 wrote:

    Queste informazioni le avevo già postate su un altro sito ma essendone il papà, mi sento autorizzato a copiare e incollare. Lo studio è stato certamente fatto a priori e non è un copia incolla “solito”…
    La “Signora”(Fiorentina) deve essere prelevata dalla LOMBATA di VITELLONE possibilmente di razza CHIANINA o maremmana(ma non necessariamente), abbattuto in un’età compresa tra i 12 e i 18 mesi. Nel taglio DEVE NECESSARIAMENTE ESSERE INCLUSO il filetto e il controfiletto separati dal classico osso a forma di “T”.
    La carne deve essere frollata per almeno 20 giorni in modo da poter risultare “teneramente succulenta”.
    Lo spessore della “Signora” NON DEVE essere inferiore ai 5 cm. Secondo autorevoli macellai fiorentini, la bistecca deve essere “alta 4 dita” e cioè dai 6 agli 8 cm e DEVE rimanere in piedi sull’osso da sola.
    Non può pesare meno di 1Kg.

    Preparazione, cottura, salatura.

    La “Signora” NON deve permanere in alcun tipo di marinatura o mix di spezie, deve essere posta sulle braci dopo almeno 10 ore di permanenza a temperatura ambiente. Le braci ideali per la cottura sono quelle leccio o di quercia per consentirne la giusta aromatizzazione.
    La cottura va iniziata con la griglia il piu vicina possibile alle braci in modo da cauterizzare velocemente la superfice al fine di evitare la fuoriuscita dei liquidi. In buona sostanza: Cuocerla vicinissima alle braci per il primo minuto in modo da far formare “una crosticina” che impedisce la dispersione dei succhi e poi alzarla dalle braci ad una altezza pari ad una lattina di birra.
    I tempi di cottura variano in base a tantissimi fattori: Spessore della carne, razza ed età del bovino, periodo di frollatura, temperatura delle braci. Volendo dare dei tempi orientativi possiamo determinare i seguenti:
    5 Minuti per lato e 15 minuti sull’osso.
    La “Signora” va girata UNA SOLA VOLTA e SENZA FORCHETTONE o forchettine. Usare una spatola per girarla o delle pinze da barbecue ma ponendo la massima attenzione nel movimento per non bucare la carne.
    LA CARNE NON VA GIRATA E RIGIRATA.
    5 MINUTI PER PARTE E 15 SULL’OSSO. STOP!
    Variare i tempi indicati per ottenere: superfice cauterizzata (crosticina), una cottura della carne per 4 millimetri sotto la superfice, l’interno deve risultare crudo ma compatto e non deve perdere succhi durante il taglio, (se lo fa è segno di un animale sottoposto a rigonfiamento artificiale) ed ultima ma non ultima, l’interno NON deve risultare freddo. Quest’ultimo problema viene proprio ovviato mediante la cottura sull’osso.
    La stragrande maggioranza dei toscani usa il sale sul lato cotto dopo averla girata durante la permanenza sul grill. Ai puristi piace usare un po di sale grosso solo dopo che la bistecca è stata posta nel piatto. Una buona carne non ha bisogno di ulteriori condimenti ma possiamo sentirci “autorizzati” ad usare un goccio di olio extravergine Toscano da un milione di euro al litro, una buona manciata di pepe nero pestato nel mortaio al momento o qualche goccia di limone(io non lo metterei mai!! purtroppo è una barbara usanza diffusa).
    La “Signora” si accompagna rigorosamente con vini toscani in base alle proprie disponibilità. Il Chianti è l’abbinamento classico ma si sposa benissimo con Rosso di Montalcino, Sassicaia e Brunello di Montalcino. Se potete permettervelo consiglio una bottiglia di Brunello di Montalcino di Biondi Santi, annata 1998. Se siete fortunati potete trovarla a qualcosa come 400€ a bottiglia. Il modo migliore per onorare la bentrovata Bistecca alla Fiorentina.

    Riassumiamo il decalogo della fiorentina:

    1 Taglio di lombata di vitellone di razza chianina (non necessariamente) con filetto e contro filetto, osso a T, spessa 4 dita (dai 5 agli 8 cm) con almeno 1kg di peso.
    2 Frollata da almeno 20 giorni
    3 Deve rimanere in piedi sull’osso da sola
    4 Non va marinata o speziata o salata prima della cottura
    5 Va tirata fuori dal frigo 10 ore prima di cuocerla
    6 Utilizzare braci di leccio o faccio
    7 Cuocere 5 minuti per lato e 15 minuti sull’osso.
    8 Cottura a “vivo” fino alla formazione di una leggera crosta e ad una altezza pari ad una lattina di birra per il tempo rimanente.
    9 Sale grosso a fine cottura
    10 Servire senza nessun altro condimento per gli appassionati. Olio e pepe a piacere per tutti gli altri.

    La fiorentina non può essere diversa da questa:

    Una volta cotta l’interno non può essere diverso da questo:

    Per la descrizione della chianina, prometto di fare uno studio approfondito che verrà postato nella sezione dei tagli di carne.
    Spero che almeno una parte delle sue curiosità sia soddisfatta padre…. 😉
    UN 10 E LODE ALLA BISTECCONA DEL SIG. MACIO. UNA MERAVIGLIA! BRAVO, BRAVO, BRA-VO!

    Semplicemente fantastico…scritto nel marmo di massacarrara….

    E’ un unicum per tutto il mondo……fantastico e basta.

    Garantito.

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 31 totali)
  • Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.